GIMP l’alternativa a Photoshop

GIMP l’alternativa a Photoshop

16/01/2010 Grafica 0

Dopo aver piacevolmente scoperto Gimp, sono arrivata a considerarlo un bellissimo programma di grafica equiparabile in tutto e per tutto ad Adobe Photoshop, con la grandissima differenza che questo applicativo è gratuito. Arrivando a Gimp dopo aver sempre utilizzato Photoshop in ufficio o le versioni trial a casa, ho avuto qualche difficoltà di ambientazione che però è passata quasi subito dopo qualche piccola prova utilizzandolo un po’.

download: scarica gratuitamente l’ultima versione di gimp

Non è stato automatico arrivare a dire che è un bel programma, sono infatti partita ad usare l’applicativo un po’ scettica rispetto a quello che avrei trovato, in quanto versione dopo versione avevo trovato miglioramenti enormi in Photoshop, e avevo quindi paura di trovare un programma che non avesse tutte le sue funzionalità e comodità, ho invece trovato un programma equivalente in quanto tutte le maggiori funzionalità di Photoshop sono state riprodotte in modo simile e a volte anche più intuitivo da utilizzare.

gimp screenshot

gimp screenshot

Ci sono effettivamente alcuni effetti o particolarità che mancano, ma nella maggior parte dei casi esistono degli appositi plug-in sempre scaricabili gratuitamente dal sito ufficiale di Gimp. Gimp infatti è un programma sotto licenza GNU, il suo nome è infatti l’acronimo di GNU Image Manipulation Program e questo significa che in molti sviluppano plug-in gratuite che poi vanno a presentare nel sito ufficiale del programma. Attualmente Gimp ha anche la funzionalità di supportare i file di Photoshop, sia nell’apertura di file .psd che nel salvataggio in questo formato.

Gimp è poi altamente personalizzabile a partire dai pennelli che è possibile trovare gratuitamente in molti siti di grafica insieme a quelli per Photoshop.E come per quest’ultimo esistono molti tutorial per il suo utilizzo da quelli più semplici che spiegano il comportamento del programma a quelli più complessi che spiegano come ottenere determinati effetti grafici nel modo più semplice possibile.

Il mio test per provare questo programma per capire se Gimp fosse un degno sostituto di Photoshop si è quindi rivelato un successo, partendo dal fatto che non potendo permettermi il costo di Photoshop per quello che alla fine è un hobby e non potendolo più utilizzare in ufficio mi ero messa a cercare un’alternativa abbordabile ma soprattutto valida, è stato quindi con enorme piacere che ho scoperto Gimp, che ha inoltre un ulteriore vantaggio essendo disponibile su vari sistemi operativi: windows, linux e mac.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up